iPad Mini poche code fuori dagli store e intanto il Nexus 7 vende

iPad Mini: poche code fuori dagli store e intanto il Nexus 7 vende


Come molti sapranno, nella giornata di ieri 2 novembre è stato lanciato ufficialmente il nuovo prodotto marchiato Apple, l’iPad Mini. Oltre al modello da 7,9 pollici è stato reso disponibile anche l’ iPad di quarta generazione che è passato più inosservato proprio per colpa dell’uscita del fratello minore che comunque sembra non aver fatto breccia nel cuore degli interessati, almeno non quanto sono riusciti a fare i precedenti modelli di iPad o iPhone negli anni passati.

I day one dei prodotti Apple infatti sono divenuti famosi grazie anche alle numerose code che si andavano a formare fuori dagli Apple Store di tutto il mondo, code di persone interessate ad acquistare l’ultimo modello di iDevice passando la notte fuori dai negozi in attesa dell’apertura. Poco più di un mese fa abbiamo assistito a scene di questo genere col lancio del nuovo iPhone 5, tantissime persone erano fuori dagli store sin dalla sera precedente in modo da essere i primi della fila per poter acquistare il nuovo iPhone 5.
Le file si sono venute a creare in tutto il mondo, dall’Australia a New York passando ovviamente anche per l’Italia, ma queste scene col lancio dell’ iPad Mini non sono avvenute.

IPAD MINI: ANCHE LE CODE SONO STATE MINI
Stando ad alcune fonti di blog specializzati, le persone in coda agli Apple Store in Italia non superavano le 20 presenze, praticamente mezz’ora dopo l’apertura degli store non vi era più nessuno in fila ad attendere e si poteva tranquillamente entrare ed acquistare, con tranquillità, tutto ciò che si voleva.
Ma queste scene non riguardano solo l’Italia ma anche la maggior parte dei paesi nel mondo, ad esempio a Singapore e a Hong Kong le persone in fila erano meno di 30, addirittura nello store del quartiere Marina a San Francisco la fila era composta da circa 20 persone, stessa cosa a New York dove la popolazione in questo periodo ha problemi molto più seri da affrontare per colpa dell’uragano Sandy.
Solo a Tokyo la fila superava le 300 persone in attesa dell’uscita dell’ iPad Mini, anche a Seul si sono registrate code di 200 persone ma in definitiva questo evento non è sembrato particolarmente entusiasmante per i clienti Apple se paragonato ad altri prodotti.

Il motivo potrebbe essere lo scarso interesse da parte dei clienti per un tablet da 7,9 pollici oppure il fatto che il lancio dell’ iPad Mini è stato limitato alla sola versione WiFi e non a quella 4G che, ricordiamo, è attesa per la fine del mese di novembre.
Oppure un altro motivo potrebbe essere il prezzo (329€ per la versione WiFi da 16 GB) che risulta essere più alto rispetto ai tablet da 7 pollici della concorrenza  come ad esempio il Nexus 7 di Google creato in collaborazione con Asus che, proprio in questi giorni, ha abbassato il prezzo della versione WiFi da 16 GB portando il dispositivo ad un prezzo di 199€.

NEXUS 7: A OTTOBRE 1 MILIONE DI VENDITE
A parlare è direttamente Asus, che ha collaborato insieme a Google per la creazione del Nexus 7, che ha affermato al Wall Street Journal che le vendite del tablet da 7 pollici stanno procedendo molto bene. Da quando è stato lanciato sul mercato le quote erano circa di 500.000 unità al mese ma ad ottobre sono state sfiorate 1 milione di unità vendute, di questo passo il Nexus 7 potrebbe procedere sempre meglio e dare parecchio filo da torcere all’Amazon Kindle Fire.

Le vendite del Nexus 7, se paragonate a quelle dei vari iPad e in futuro a quelle dell’ iPad Mini, risultano essere ancora troppo basse ma si tratta comunque di un competitor in più nel campo dei tablet e di conseguenza di una scelta maggiore per i consumatori.
Non dobbiamo comunque dimenticare che all’appello manca ancora il Nexus 10, il nuovo tablet da 10 pollici creato sempre da Google ma stavolta in collaborazione con Samsung che dovrebbe arrivare sul mercato entro il mese di novembre, il tablet in questione ha la risoluzione più alta di tutti i tablet presenti sul mercato (2560×1600 pixel) e potrebbe sbalordire i suoi clienti grazie anche ai suoi prezzi aggressivi, infatti il Nexus 10 costerà 399$ per la versione da 16 GB e 499$ per quella da 32 GB.

Shares

Info su Andrea

Altri Articoli Interessanti