iPhone 5 Apple chiarisce la situazione del riflesso viola intanto ancora agitazioni da FoxConn

iPhone 5: Apple chiarisce la situazione del riflesso viola, intanto ancora agitazioni da FoxConn


Ancora iPhone 5, le polemiche degli ultimi giorni non sembrano fermarsi. Come molti sapranno nelle scorse settimane si sono susseguite molte spiacevoli vicende alla FoxConn, la famosa fabbrica cinese che assembla e fornisce la maggior parte della componentistica per iPhone 5 e altri dispositivi. Come se non bastasse, anche molti utenti stanno lamentando difetti sull’ iPhone 5 sia dal punto di vista estetico (graffi e scheggiature) sia dal punto di vista della fotocamera (il riflesso viola nelle foto di cui avevamo parlato nei giorni scorsi).
Praticamente Apple non sta passando dei giorni tranquilli anche se le vendite di iPhone 5 proseguono con successo, in Italia è quasi impossibile trovarlo e acquistarlo senza dover prima prenotarlo data la scarsa disponibilità.

IPHONE 5: APPLE PARLA DEL RIFLESSO VIOLA
Nei giorni scorsi abbiamo parlato del famoso riflesso viola che viene fuori nelle fotografie scattate con la fotocamera dell’ iPhone 5 quando quest’ultimo viene puntato verso delle fonti di luce diretta. Il risultato è una normale fotografia con dei colori che vanno verso il viola, soprattutto nella zona in cui è presente la luce diretta (il sole o una lampadina).
Teniamo comunque a precisare che non tutti gli utenti accusano questo problema, alcuni clienti Apple hanno provato a “far apparire” l’alone viola nelle proprie foto senza alcun risultato visibile, mentre tanti altri possessori di iPhone 5 hanno spiacevolmente visto apparire questo riflesso.

Dopo varie lamentele soprattutto nel forum ufficiale di supporto di Apple in cui gli utenti chiedono spiegazioni sul perché appaia questo riflesso viola la società di Cupertino, in una nota pubblica, ha voluto chiarire la vicenda tranquillizzando l’utenza:

La maggior parte delle fotocamere di piccole dimensioni, comprese quelle presenti in ogni generazione di iPhone, possono presentare una forma di “calore” dovuta al riflesso di una sorgente luminosa presente fuori dalla scena. Questo può accadere quando una sorgente luminosa viene posizionata agli angoli (solitamente si trova fuori dal campo visivo) in modo da causare un riflesso alle superfici interne della fotocamera e dei sensori.
Il problema potrebbe essere risolto spostando leggermente la fotocamera per modificare la posizione da cui entra la luce nell’obiettivo, oppure schermando con la mano la lente della fotocamera, questo dovrebbe minimizzare o risolvere definitivamente l’effetto.

Praticamente il miglior modo per eliminare il problema dell’alone viole è quello di utilizzare la nostra mano per schermare la fonte di luce che arriva ai bordi dei sensori della fotocamera.

Ricordiamo che la fotocamera del nuovo iPhone 5 è il 20% più piccola rispetto a quella montata sul 4S, nonostante ciò possiede sempre 8 megapixel ma offre in più altre novità come la velocità di scatto, la riduzione del rumore e la possibilità di scattare foto anche con poca luce disponibile.

IPHONE 5 E FOXCONN: ANCORA AGITAZIONI
Come molti sapranno, lo scorso mese vi fu una maxi rissa all’interno della stabilimento della FoxConn che ha portato a oltre 40 feriti finiti all’ospedale e a molti arresti, tutto ciò accadde per colpa di un episodio di violenza di una guardia nei confronti di un lavoratore.
Dopo questa spiacevole vicenda, le proteste e i disagi da FoxConn sembrano non finire, questa volta la colpa è di uno sciopero da parte dei lavoratori, il motivo sembrano essere le mancate ferie date per la cosiddetta “Golden Weeks“, uno dei periodi di vacanza più lunghi dell’anno.
La Golden Weeks si festeggia per la nascita della Repubblica Popolare Cinese e i dipendenti FoxConn hanno scioperato perché si son visti negare questa settimana di ferie da parte dei piani alti. Le notizie in questo caso sono diverse a seconda delle fonti, la FoxConn stessa nega assolutamente uno sciopero avvenuto in questi giorni affermando che la produzione è andata avanti come di consueto. I dipendenti che hanno lavorato durante la settimana di festività lo hanno fatto volontariamente e sono stati pagati tre volte di più rispetto al salario di base come richiesto dalla legge. Inoltre FoxConn aggiunge che da Apple sono arrivate nuove istruzioni riguardo i controlli sulla qualità del nuovo iPhone 5, questo perché molti clienti lamentano difetti estetici come graffi o scheggiature.

Quindi FoxConn afferma che la produzione è andata avanti normalmente, ma secondo Bloomberg non è andata proprio così, la famosa testata di economia infatti afferma che le agitazioni sindacali hanno disturbato la produzione di iPhone 5 e fatto calare il titolo in borsa.
Lo stabilimento di Zhengzhou ha persone due cicli produttivi perché i lavoratori sono stanchi delle eccessive pressioni da parte dei piani alti per evitare graffi e difetti agli iPhone 5, inoltre fra le 3 e le 4 mila persone sembrano essere sparite dagli stabilimenti e non ancora tornati, che siano effettivamente stanchi di queste condizioni di lavoro e si siano auto-licenziati?

Shares

Info su Andrea