iPhone 5 lo smartphone meno segreto intanto Apple inizia il restauro di iOS 6 e Mappe

iPhone 5: lo smartphone meno segreto intanto Apple inizia il restauro di iOS 6 e Mappe


Sono queste le settimane in cui il nuovo iPhone 5 sta andando a ruba, lo store online della Apple continua ad indicare un attesa di 3 o 4 settimane per poter ricevere a casa l’ultimo smartphone della mela, nei negozi spesso non si trova e nella maggior parte dei casi bisogna prenotarlo e attendere con pazienza.
Sembra quindi che i clienti siano entusiasti di acquistare il nuovo iPhone 5 e sicuri che si tratti del miglior smartphone del momento, anche nonostante qualche problema relativo ad iOS 6 e alla fotocamera dell’ iPhone 5 che, come abbiamo visto nei post precedenti, soffre di un fastidioso problema che aggiunge un velo viola alle fotografie.

Ovviamente i problemi di iOS 6 verranno man mano risolti grazie agli aggiornamenti del sistema, un po’ più preoccupante invece il problema della fotocamera dato che bisogna ancora capire se si tratti di un problema software o hardware.
Intanto Apple ha già dato il via alla risoluzione di alcuni problemi presenti su iOS 6 e in particolare all’applicazione più criticata di tutti: le nuove mappe di Apple.

IPHONE 5 E IOS 6: APPLE INIZIA A RISOLVERE I PROBLEMI DELLE MAPPE
La prima cosa che hanno notato tutti una volta aggiornato il proprio device ad iOS 6 sono state le nuove mappe di Apple, delle mappe che hanno praticamente mandato in pensione Google Maps.
Il timore degli utenti, una volta annunciata questa scelta da parte di Apple, era che le nuove mappe non fossero all’altezza di quelle di Google ed infatti così è stato, ovviamente Google ha delle mappe migliori su quasi tutti i punti di vista grazie anche ad anni di lavoro dietro le spalle ed a una comunità che ha sempre segnalato eventuali problemi all’interno del sistema.

Le mappe di Apple sono ancora molto giovani e di conseguenza è abbastanza ovvio trovare dei problemi all’interno di esse anche se, nei primi giorni, i problemi erano veramente troppi e soprattutto alcuni di questi erano grossolani e improbabili tanto che lo stesso Tim Cook, in una lettera aperta agli utenti, si scusò dell’applicazione Mappe suggerendo ai clienti di utilizzare i servizi della concorrenza come le mappe di Nokia o quelle di Google stessa nel frattempo che Apple iniziasse i lavori per risolvere i problemi.


Ebbene pare proprio che Tim Cook abbia mantenuto la parola perché in questi giorni alcuni utenti hanno iniziato a notare dei miglioramenti nelle mappe di Apple, la visualizzazione di alcune località o monumenti è stata impostata correttamente come la Statua della Libertà a New York o il ponte di Brooklyn. Inizialmente la loro visualizzazione era errata e dava indicazioni sbagliate, adesso invece sembra essere corretto, ovviamente si tratta ancora di piccoli miglioramenti riferiti agli Stati Uniti ma col tempo è lecito pensare che le modifiche necessarie vengano apportate anche al resto del mondo, Italia compresa.
L’unica cosa da fare è attendere che gli ingegneri e le persone che lavorano alle mappe di Apple continuino a risolvere i vari errori grazie anche alle segnalazioni degli utenti, in questo modo e col passare del tempo anche le mappe di Apple potrebbero diventare ottime come quelle di Google Maps o di altri servizi.

Via: TheVerge.

APPLE: CON IPHONE 5 IL SEGRETO E’ SVANITO
Negli anni precedenti, con la presentazioni di un iPhone, l’hype era sempre elevatissimo e nei mesi prima della presentazione (solitamente luglio e agosto di ogni anno) gli utenti più interessati effettuavano ricerche sul web per trovare qualche informazione relativa al nuovo iPhone, al suo aspetto estetico o magari qualche soffiata sulle caratteristiche interne.
Negli anni precedenti queste soffiate erano quasi nulle, i vari iPhone venivano tenuti in segreto fino al giorno della presentazione e spesso i rumors dei mesi precedenti si rivelavano dei fake che non avevano nulla a che vedere con il vero iPhone.
Apple ha sempre puntato sulla segretezza dei suoi dispositivi, nulla veniva fuori fino al giorno della presentazione a parte rare eccezioni, mentre quest’anno con iPhone 5 è successo di tutto.

Il nuovo iPhone 5 è stato soggetto a rumors a partire dal mese di giugno, ben 3 mesi prima della presentazione ufficiale, il bello della faccenda è che quasi tutti i rumors si sono rivelati veri una volta che Tim Cook ha presentato ufficialmente iPhone 5.
Anche in questo blog abbiamo parlato tantissimo dei rumors su iPhone 5, abbiamo mostrato le foto dei componenti interni, l’aspetto estetico, lo schermo da 4 pollici e tante altre informazioni, alla fine l’80% di tutto ciò era presente nell’ iPhone 5 ufficiale.
Sembra che Apple, da un anno a questa parte, abbia perso quel senso di segretezza che portava con se ogni volta che si avvicinava la presentazione di un nuovo prodotto, con iPhone 5 invece due mesi prima della presentazione ufficiale già si sapeva praticamente tutto.

Stessa cosa riguarda la data di presentazione del nuovo iPhone 5 (il 12 settembre), anche in questo caso la data si conosceva già un mese prima grazie ai vari rumors circolati in rete. Quindi cosa è successo? Apple ha cambiato strategia di marketing? O semplicemente non sono riusciti a tenere sotto controllo tutte le informazioni relative ad iPhone 5 prima che quest’ultimo possa essere presentato?
Di questo passo inizieremo ad avere informazioni sul prossimo iPhone 6 già a partire da gennaio e non sappiamo quanto questo possa giovare ad Apple, si perderebbe completamente l’hype creato attorno all’oggetto influendo anche sulle vendite.
E voi cosa ne pensate di questo? Preferite conoscere le notizie mesi prima della presentazione ufficiale di un iPhone o è meglio attendere il giorno del Keynote per sapere tutte le caratteristiche? Dite le vostre opinioni scrivendo nei commenti.

Shares

Info su Andrea

Altri Articoli Interessanti