app anti malware

Quali app anti malware scegliere per proteggere lo smartphone

Proteggere il proprio smartphone vuol dire anche individuare le migliori app anti malware da installare per tenere alla larga ogni genere di minaccia. Per essere sicuri di non ritrovarsi alle prese con un telefono non più funzionante, si può ricorrere, per esempio, ad Avast Mobile Security, che può essere scaricato su tutti i dispositivi Android: si tratta di uno strumento che effettua in automatico un controllo di tutte le app che si trovano sul device, e per di più dispone di funzioni con cui può essere verificata l’affidabilità delle connessioni wi-fi e possono essere bloccate le chiamate indesiderate. Non è tutto: Avast Mobile Security permette anche di scoprire quali sono le app che mettono a repentaglio la privacy e di bloccare l’accesso ad esse. Tra le applicazioni gratuite a cui può essere associato questo nemico dei malware ci sono Avast Anti-Theft e Avast Cleanup: il primo serve a individuare lo smartphone e a localizzarlo nel caso in cui venga smarrito, mentre il secondo cancella i file considerati inutili.

Anche Bitdefender offre un’eccellente app anti malware che, stando ai risultati dei test comparativi, garantisce dei risultati più che apprezzabili: tra le soluzioni per Android è senza dubbio una delle migliori. Una volta individuata l’applicazione all’interno del Google Play Store, non bisogna fare altro che accettare l’installazione e le condizioni di utilizzo dell’anti malware, che a quel punto effettuerà subito una scansione completa.

App anti malware: ESET e non solo

app anti malwareAnche ESET è un’app anti malware che può tornare utile a chi ha l’esigenza di proteggere il proprio smartphone: il suo pregio è quello di coniugare una notevole semplicità di utilizzo con performance di alto livello. Per beneficiare della sua protezione cloud, è sufficiente manifestare il consenso a far parte di ESET Live Grid: quindi si può attivare il riconoscimento delle app che vengono considerate come potenzialmente indesiderate, nel senso che, pur non rientrando nei database anti malware, hanno un comportamento ritenuto in grado di costituire un pericolo per la sicurezza.

Infine, vale la pena di prendere in considerazione AhnLab, un’app anti malware che è disponibile sia in una versione gratuita che in una versione a pagamento: la prima include l’antifurto, l’individuazione delle app che minacciano la privacy, il blocco delle chiamate e gli strumenti per la rimozione di malware; la seconda, invece, comprende anche la scansione degli URL, il blocco delle app e la possibilità di nascondere le foto. Si può decidere, inoltre, il livello di profondità delle scansioni.

Shares

Info su Admin

Appassionato di tutto ciò che è tecnologico. Da molti anni mi occupo della realizzazione di siti web utilizzando i più comuni CMS.

Altri Articoli Interessanti