fifa 2019

Fifa 2019, gli errori che rendono il gioco più reale della realtà

Atteso come il “Messia” finalmente il 28 settembre 2018 è sbarcato tra gli scaffali dei negozi di videogiochi Fifa 2019. Chi ha avuto modo di giocare in anteprima ha già scovato alcuni piccoli e grandi errori piuttosto divertenti, che rendono il gioco ancora più reale della realtà. Non si tratta però di bug, come ad esempio l’arbitro che ammonisce senza soluzione di continuità o i gol fantasma. Si tratta di veri e propri errori di grafica o di valori dei giocatori, che comunque non intaccano il valore del gioco. Scopriamo i più esilaranti errori di Fifa 2019 che già sono diventati virali in questi giorni.

Fifa 2019: Cech indossa il caschetto anche fuori dal campo

petr cechIl caschetto indossato da Cech, portiere dell’Arsenal, è diventato iconico anche nei videogiochi di calcio. Il portiere ceco, nel corso della partita Reading-Chelsea del 2006/2007, subì un terribile colpo alla testa che gli provocò la frattura di un osso del cranio rischiando addirittura la morte. Da allora è costretto a giocare con un caschetto protettivo. Per rendere il gioco estremamente reale i programmatori di Fifa 2019 hanno riportato fedelmente il suo look, ricreando il giocatore con questo caschetto. La cosa strana però è che Cech compare col caschetto in testa anche durante la firma del contratto, cioè al di fuori del campo. Nel videogioco infatti si possono intavolare trattative coi giocatori che compaiono in abiti “borghesi”. I gamer hanno notato questa particolarità e l’hanno subito riportata sui social. Cech però l’ha presa con filosofia e ha avuto modo di scherzarci su Twitter: “Sbagliate ragazzi… Indosserei almeno la cravatta!”.

Copertina “amarcord”: CR7 alla Juve, ma con la maglia del Real

Il clamoroso passaggio di Cristiano Ronaldo dal Real Madrid alla Juventus ha sorpreso non solo tifosi e addetti ai lavori, ma anche i programmatori di Fifa ’19. Nella copertina di prova infatti l’asso portoghese compariva ancora con la maglia dei “blancos”, un lapsus che non è passato inosservato. I creatori del gioco hanno prontamente rimediato al loro errore, restituendo a Cristiano Ronaldo la maglia della Vecchia Signora nell’artwork definitivo.

Jorginho e Bellerin: perfetti sconosciuti

Jorginho quest’estate è passato dal Napoli al Chelsea per seguire il suo mentore Sarri alla modica cifra di 57 milioni di euro. Una cifra del genere conferisce all’italo-brasiliano tutti i crismi del top player. Non per Fifa ’19 però, poiché nel gioco l’oriundo non è per niente somigliante alla realtà. Stessa sorte è capitata a Bellerin, terzino spagnolo in forza all’Arsenal. Il giocatore si è fatto crescere i capelli, ma nel gioco compare anche con la corta capigliatura che portava qualche anno fa. A questo punto ci sono due opzioni: o Fifa rimedia al suo errore o Bellerin si taglia i capelli!

Il curioso caso del Tottenham Hotspur Stadium: quando il gioco anticipa la realtà

C’è una curiosità del gioco molto simpatica legata al Tottenham Hotspur Stadium, il nuovo stadio del Tottenham. L’impianto sarebbe dovuto essere pronto all’inizio di questa stagione calcistica, ma per problemi logistici sarà inaugurato probabilmente addirittura a dicembre. Paradossalmente però lo stadio è attivo e funzionante nel videogame: quando il gioco anticipa la realtà!

I tifosi del Newcastle vogliono cacciare il presidente Ashley

Da tempo i tifosi del Newcastle sono ostili al presidente Mike Ashley, reo di non investire le risorse necessarie per far crescere il club. Ebbene lo scontro tifosi-Ashley ha raggiunto picchi così alti che, anche durante le partite di Fifa ’19, nello stadio St. James Park è visibile lo striscione “Ashley out”. Ne saranno contenti i supporter del Newcastle, che hanno trovato in Fifa 19 un insospettabile alleato per cacciare il tanto vituperato presidente Ashley.

 

>>Leggi anche: “La Sampdoria tessera il primo videogiocatore di FIFA2016“<<

 

Shares

Altri Articoli Interessanti