Oriental Science Fiction Valley parco divertimenti realtà aumentata

Oriental Science Fiction Valley, il parco divertimenti in realtà virtuale

Dalla Cina arriva il nuovo parco divertimenti interamente dedicato alla realtà virtuale: l’Oriental Science Fiction Valley. Il parco a tema ha aperto i battenti lo scorso 29 aprile nella città cinese di Guizhou, estendendosi su una superficie globale di 134 ettari. La struttura è stata costruita dalla Oriental Times Media Corporation per una cifra di 1,5 miliardi di dollari.

La cosiddetta “virtual reality” è una branchia della realtà simulata sempre più apprezzata in vari settori. Dopo aver conquistato il mondo della tecnologia e del gaming in particolare, è pronta ad approdare anche nel mondo dei parchi divertimento.

Oriental Science Fiction Valley, il nuovo parco divertimenti della realtà virtuale

Al centro del parco divertimenti a tema campeggia un’imponente statua, alta 53 metri e pesante 700 tonnellate. Si tratta di un misto tra “Transformers”, “Mazinga” e “Daitarn 3”. All’interno del parco ci sono 35 giochi virtuali con focus realtà aumentata. La realizzazione di questo parco divertimenti rientra in un progetto di ampio respiro, destinato a dare maggiore impulso allo sviluppo tecnologico e all’innovazione nella città di Guizhou. Proprio in questa regione Apple ha progettato la realizzazione di una struttura di data center, prevedendo un investimento di un miliardo di dollari.

primo parco divertimento al mondo completamente in realtà virtuale

Cosa propone l’Oriental Science Fiction Valley?

Le diverse attrazioni della realtà virtuale aumentata sono equipaggiate con appositi visori VR, che trasportano i visitatori in fantastici mondi paralleli. É possibile salire a bordo di futuristiche attrazioni, che trasportano fisicamente il visitatore facendolo fluttuare avanti e indietro, a destra e a sinistra. Nello stesso istante i visitatori indossano appositi visori VR, proiettati verso un mondo virtuale assolutamente fantastico. Così mentre il corpo si muove realmente i visori VR proiettano immagini di mondi fantastici, facendo viaggiare la mente tra città e castelli tridimensionali della realtà aumentata. Chi invece desidera vivere un’esperienza più “tranquilla”, può comodamente sedersi in una sorta di cinema e viaggiare in un mondo fantastico tra cascate, torri e città virtuali.

Il concetto di realtà virtuale applicato ai giochi non è una novità. Esistono numerose app AR che consentono di giocare e divertirsi, capaci di sovrapporre la realtà virtuale alla realtà effettiva. Tali app sono così performanti che vengono utilizzate anche in ambito lavorativo, ad esempio per prendere delle misure o per aggiungere virtualmente dei mobili all’interno di una stanza.

Altri parchi divertimenti dedicati alla realtà virtuale nel mondo

six flags magic mountainL’Oriental Science Fiction Valley è l’unico parco divertimenti dedicato completamente alla realtà virtuale. Ci sono però altri parchi che, oltre alle tradizionali attrattive, propongono anche giochi realtà aumentata. In Italia ad esempio c’è WeArena, un parco digitale che sorge a Villesse in provincia di Gorizia. Qui i visitatori possono cimentarsi in tornei di eSports, simulatori professionali di guida, simulatori di volo e tanti altri giochi VR. In Florida il parco giochi Legoland propone un’adrenalinica corsa sulle montagne russe, proiettando lo spettatore nel mondo della realtà virtuale. Anche nel parco divertimenti di Six Flags Magic Mountain, a Los Angeles, è possibile scatenarsi in una folle corsa sulle montagne russe indossando i sensori Samsung Gear VR.

Shares

Info su Admin

Altri Articoli Interessanti